Industria 4.0. Ho fatto tutto?

Rispetta il requisito dell'interconnessione e non perdi il Credito di imposta.

Per accedere al credito d’imposta erogato dal Piano Transizione 4.0, l’impresa acquirente, al momento dell’acquisto di un bene, per prima cosa deve accertarsi che questo sia “predisposto Industria 4.0”. Ma la sola predisposizione non è sufficiente ad evitare all’imprenditore il rischio della restituzione del credito d’imposta erogato.

Ci sono infatti tutta una serie di adempimenti necessari per rispondere al requisito dell’interconnessione, presupposto fondamentale del Piano Transizione 4.0 che spesso l’imprenditore ignora o di cui non viene messo a conoscenza al momento dell’acquisto del bene.

In questo articolo parleremo di un aspetto necessario e spesso completamente sottovalutato, ma che espone l’impresa al rischio reale di una restituzione al fisco del credito erogato.
Cosa significa “requisito dell’interconnessione”, termine che suscita ancora dubbi e perplessità, attorno al quale ruota l’intero impianto normativo del Piano Transizione 4.0?
La Circolare 23 maggio 2018, n. 177355 fornisce chiarimenti sui requisiti obbligatori dell’interconnessione e dell’integrazione automatizzata.
Nella circolare viene dapprima ribadito che “ai fini del mantenimento del diritto al beneficio”, il requisito dell’interconnessione “dovrà essere presente, evidentemente, anche nei periodi d’imposta successivi a quello in cui il bene viene interconnesso”.
Il documento continua ribadendo quanto già scritto in merito alla definizione di interconnessione: “affinché tale requisito possa considerarsi soddisfatto è necessario (e sufficiente) che il bene:
i) scambi informazioni con sistemi interni (es.: sistema gestionale, sistemi di pianificazione, sistemi di progettazione e sviluppo del prodotto, monitoraggio, anche in remoto, e controllo, altre macchine dello stabilimento, ecc.) e/o esterni (es.: clienti, fornitori, partner nella progettazione e sviluppo collaborativo, altri siti di produzione, supply chain, ecc.) per mezzo di un collegamento basato su specifiche documentate, disponibili pubblicamente e internazionalmente riconosciute (esempi: TCPIP, HTTP, MQTT, ecc.);
ii) sia identificato univocamente, al fine di riconoscere l’origine delle informazioni, mediante l’utilizzo di standard di indirizzamento internazionalmente riconosciuti (es.: indirizzo IP).

In sintesi, questo significa due cose:

1) Il macchinario deve essere “interconnesso” con il sistema gestionale (interconnesso significa che scambia informazioni da e verso il sistema gestionale).

2) L’impresa deve “dare evidenza”, cioè, come minimo, avere stampe o documenti comprovanti che durante tutto il periodo di beneficio (i tre anni in cui posso usufruire del credito di imposta) il macchinario è stato interconnesso al sistema gestionale.

Tale concetto è ribadito e rafforzato anche nella circolare n. 4/E del 2017 dell’Agenzia delle Entrate.

Cosa deve fare, quindi, l’imprenditore che si trova nella situazione di aver acquisito il macchinario ma di non averlo interconnesso?

Pantarei Informatica ti propone una soluzione semplice, attuabile velocemente e che si riassume nei seguenti passi:

  • Sviluppare un’interfaccia software di interconnessione tra il macchinario e un sistema esterno (se predisposto, il macchinario permette questo interfacciamento);
  • Acquisire un gestionale (anche separato dal gestionale aziendale dell’impresa) collegato all’interfaccia sviluppata al punto precedente;
  • Interconnettere il macchinario a questo gestionale, formando anche il personale dell’azienda all’uso e alla reportistica dello stesso (poche ore di formazione);
  • Verificare periodicamente la reportistica prodotta per tutto il periodo del beneficio.

Questa soluzione, già adottata da alcune aziende, ottiene la certificazione nelle perizie giurate richieste fra agli adempimenti per ottenere il credito d’imposta.
Con poche migliaia di euro “chiavi in mano” l’imprenditore si mette al riparo da una potenziale richiesta di restituzione del credito di imposta acquisito nell’acquisto di un macchinario dove sicuramente è stato sostenuto un costo elevato, che seppur predisposto non è stato adeguatamente connesso al Piano Transizione 4.0.

Vuoi saperne di più? Non aspettare oltre e contattaci subito.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin